Un reparto per pazienti positivi al coronavirus al Centro prevenzione Tempia di Gattinara

Sono stati accolti nei giorni scorsi i primi pazienti del nuovo reparto di degenza realizzato a Gattinara, nei locali del Centro Prevenzione Tempia, e destinato ai pazienti positivi al coronavirus che hanno ancora bisogno di cure mediche continue. Si tratta della prima struttura di degenza territoriale a bassa-media intensità assistenziale dedicata all’emergenza Covid-19 nell’Asl di Vercelli: per ora conta su dieci posti letto in camere singole e doppie, ma a pieno regime ne aggiungerà altri venti, grazie ad un ulteriore prossimo intervento della Fondazione Valsesia in collaborazione con il comune di Gattinara Per attivare in tempi da record questa struttura (cosiddetta “continuità assistenziale a valenza sanitaria” per pazienti Covid), la Fondazione Tempia ha concesso all’Asl di Vercelli gli spazi a sua disposizione dal 2015, che ospitavano gli ambulatori di prevenzione, la cui attività era ferma dai primi giorni di marzo con l’entrata in vigore dei primi provvedimenti di sicurezza per limitare il contagio. Anche per questo sono stati necessari solo pochi giorni per adeguare i locali al secondo piano del vecchio presidio ospedaliero di Gattinara, grazie ai lavori di messa in opera che la Fondazione Tempia aveva già realizzato nel 2015 e mantenuto in perfetta efficienza, e quinti pronti per la riconversione nella nuova struttura per la degenza Covid.

«Anche in questo modo» spiega la presidente Viola Erdini «abbiamo compiuto un ulteriore impegno  a beneficio della collettività, consapevoli di come in questo periodo  siamo tutti chiamati, nel nostro territorio e non solo, a mettere in campo azioni e sacrifici  straordinari, senza precedenti. Il nostro contributo alla sanità pubblica, inteso come supporto e collaborazione, è sempre stato un punto fondamentale della missione del Fondo Edo Tempia. Fin dai primi giorni di questa emergenza, ci siamo attivati con le donazioni di apparecchiature mediche agli ospedali di Biella e Novara, supportando l’Asl di Vercelli per progetti digitali, e con altre importanti iniziative, come la riconversione del nostro mezzo mobile ad ambulatorio per effettuare i tamponi in provincia di Biella o la collaborazione alle strutture di psicologia delle aziende sanitarie di Biella e Verceli per supportare non solo i pazienti oncologici ma anche le persone più fragili colpite da questa emergenza. O ancora la collaborazione tra il nostro laboratorio di oncologia molecolare e il laboratorio analisi di Biella per avviare in modo efficace la refertazione dei tamponi virologici».

Il reparto Covid-19 di Gattinara avrà un ingresso e un ascensore dedicati per l’accesso del personale e dei degenti. Al terzo piano dello stesso edificio continua senza sosta, ma con le modalità di sicurezza necessarie in queste settimane, il lavoro dell’hospice Casa Tempia, la struttura capofila per la cura dei malati oncologici terminali in provincia di Vercelli che la Fondazione Tempia gestisce su incarico e sotto il coordinamento dell’Asl di Vercelli.