Per le azalee della ricerca quest’anno la piazza è su internet

Quest’anno i volontari del Fondo Edo Tempia non saranno in piazza, come è consuetudine per la festa della mamma, per la distribuzione delle azalee della ricerca dell’Airc: l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro ha infatti spostato la vendita su una piazza virtuale, quella di internet, «una scelta doverosa» come scrivono i responsabili «per tutelare i volontari e i sostenitori della fondazione dai rischi dell’emergenza-coronavirus». Con un contributo minimo di 15 euro, sarà possibile ordinare una piantina di azalea, simbolo della ricerca sui tumori delle donne, attraverso il mercato virtuale di Amazon.it. La consegna gratuita a casa sarà garantita dal sostegno che il Banco Bpm ha assicurato per l’edizione di quest’anno.

È la prima volta dal 1984 che l’iniziativa non si svolge in un luogo pubblico e, nel caso di Biella, con il contributo fondamentale della “squadra” del Fondo Edo Tempia, sempre in prima linea per supportare le iniziative sul territorio di Airc. Il legame tra le due associazioni è forte anche sul terreno della ricerca: il laboratorio di genomica della Fondazione Tempia è tra i partner di uno dei sette progetti sui tumori rari che l’associazione che fu fondata, tra gli altri, da Umberto Veronesi, ha contribuito a finanziare attraverso il bando internazionale “Accelerator award”. Lo staff di ricerca biellese lavorerà a uno studio sullo pseudomixoma peritonei, patologia dell’apparato gastrointestinale che deriva dall’appendice.