5xmille, un nuovo massimo storico per il Fondo Edo Tempia

Un record di sostenitori in primavera, un risultato ancora migliore in estate, nuovamente sopra quota 18mila: il secondo elenco di beneficiari del 5xmille pubblicato quest’anno riempie di gioia il Fondo Edo Tempia che raggiunge il suo massimo storico di donatori, confermandosi la onlus che totalizza il maggior numero di “firme” non solo nella provincia di Biella, ma nell’intero Piemonte nord-orientale. L’Agenzia delle Entrate ha anticipato di qualche mese il calcolo della quota-parte di imposte che lo Stato devolve alle associazioni di volontariato secondo le scelte dei cittadini. La decisione era stata inserita tra le norme dei vari decreti emanati nei giorni dell’emergenza-coronavirus, per offrire un sostegno particolare alle realtà che offrono un servizio alla popolazione.

Così i dati del 2019, relativi alle dichiarazioni presentate l’anno scorso e legate ai redditi del 2018, sono già stati resi noti. Il Fondo Edo Tempia è stato la scelta di 18.404 donatori, con un lieve incremento rispetto all’elenco precedente, quando era arrivato a 18.382 preferenze. Nell’intera regione solo la Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro di Candiolo ha un numero maggiore di sostenitori. Il centro di ricerca e di cura torinese è addirittura la seconda associazione in Italia dietro alla sola Airc.

«Ancora una volta» è il commento di Viola Erdini, presidente della Fondazione Tempia «la fiducia delle persone ci dà la forza per proseguire nelle nostre iniziative. Sono i donatori a consentire che a sempre più cittadini vengano offerte cure migliori, programmi di prevenzione più efficaci, speranze dai progetti di ricerca». Aggiunge Simona Tempia, presidente del Fondo: «La pubblicazione di questi dati è arrivata quasi in contemporanea con il centenario della nascita di mio padre, Elvo Tempia. Considero questo risultato uno splendido omaggio alla sua memoria». Il totale delle donazioni per l’anno fiscale ammonta a 435.327,91 euro.