Video-lezioni e dirette web per la fase-2 del progetto Uniti in rete

Roberta Becchio Galoppo pilates

Ora che le porte delle case si stanno lentamente aprendo per avvicinarsi un passo alla volta alla normalità, “Uniti in rete” entra nella fase-2: il progetto, nato dalla collaborazione tra il Fondo Edo Tempia e l’Asl di Biella per aiutare la popolazione biellese nelle settimane di quarantena per l’emergenza-Coronavirus, è pronto a trasformarsi.

Il progetto è partito il 1 aprile e ha ottenuto il sostegno della Compagnia di San Paolo, grazie al bando “Insieme andrà tutto bene”. Il benessere dei destinatari è stato l’obiettivo che l’équipe del centro di ascolto psicologico e Progetto Bambini del Fondo Edo Tempia e della psicologia ospedaliera dell’Asl di Biella hanno cercato di raggiungere con diverse iniziative, mirate al contenimento dell’ansia e dello stress di questo lungo confinamento nelle proprie abitazioni anche con un messaggio di vicinanza. Per riuscirci hanno avuto il sostegno degli insegnanti dei vari corsi proposti dalla onlus biellese che hanno offerto video-consigli, mostrati su Youtube, Facebook e Instagram, su yoga, qi gong, ginnastica, pilates, stretching, respirazione, senza dimenticare la cucina, l’uncinetto, il cucito e lo stencil, l’arteterapia, la musicoterapia e lo yoga della risata. Le stesse discipline proseguiranno nella fase-2, qualcuna in diretta con gli “allievi”, in vere e proprie lezioni faccia a faccia anche se via internet, altre in video-consigli pubblicati sui canali social del Fondo Edo Tempia, con la possibilità per chi li guarda di interagire con gli insegnanti attraverso i commenti.

Le attività mente-corpo che il Fondo Edo Tempia propone abitualmente a pazienti oncologici e non solo si sono interrotte in questi mesi per rispettare le disposizioni di sicurezza: la ripartenza attraverso le dirette video garantisce la sicurezza dei partecipanti, ma anche la ripresa di un contatto fra istruttori e allievi. Sui canali web e social della onlus, saranno pubblicate inoltre delle video lezioni per tutte quelle discipline che richiedono spazi ampi e tempi più flessibili, create ad hoc per sostenere una parte più ampia della popolazione a riprendere l’attività motoria all’aperto potendo contare su preziosi consigli. Realizzate con l’aiuto di Edoardo Valsania (insegnante di ginnastica ma anche appassionato di video e fotografia), le lezioni in differita diventeranno anche un’occasione per riscoprire angoli preziosi del Biellese, dalla Burcina (scelta come scenario per una pratica di yoga) al fitwalking ai giardini Alpini d’Italia di via La Marmora, con vista sulla collina del Piazzo.

Per rispondere alla richiesta di supporto psicologico di chi si sente in difficoltà, prosegue l’assistenza telefonica: il Fondo Edo Tempia si è messo a disposizione dell’Asl per fornire aiuto ai pazienti oncologici, affiancando il servizio attivato dal 20 marzo dalla psicologia ospedaliera insieme agli psicologi degli altri servizi Asl e che continua a garantire vicinanza dalle 8 alle 20 sette giorni su sette alle persone in quarantena e ai familiari dei pazienti. Per accedere al servizio è sufficiente contattare il centralino dell’ospedale allo 015.15151. Con la medesima modalità dell’assistenza a distanza, prosegue anche il lavoro del centro di ascolto psicologico e del Progetto Bambini del Fondo Edo Tempia, allo 015.351830.