La Fondazione Tempia unica italiana nel programma europeo CancerPrev

La Fondazione Tempia è l’unica istituzione italiana tra i sette centri di ricerca europei che prenderanno parte a CancerPrev. Si tratta di un programma di dottorato in prevenzione oncologica finanziato dalla Commissione Europea che offrirà a “Early stage researchers”, ovvero ricercatori nella fase iniziale della loro carriera, la possibilità di fare esperienza ai massimi livelli in un Paese diverso da quello in cui sono nati. Le sette istituzioni che fanno parte del consorzio, insieme alla Fondazione Tempia, sono l’Ecole polytechnique federale e l’Università di Losanna (Svizzera), la Medicine University di Vienna (Austria), la University of Helsinki (Finlandia), il Karolinska Institute (Svezia) e il Vlaams instituut voor biotechnologie (Belgio).

Ai quindici candidati che supereranno la selezione sarà offerta una borsa di studio per iscriversi a un corso di dottorato proposto da uno dei componenti della rete: la Fondazione Tempia accoglierà a Biella due ricercatori che opereranno nel laboratorio di genomica di via Malta 3 e saranno inseriti per tre anni nel dottorato di ricerca in sistemi complessi per le scienze della vita, erogato dall’Università di Torino. Nell’arco del triennio il programma prevede che i candidati si spostino, passando un periodo di lavoro nella sede di un’altra istituzione che fa parte del consorzio. I due “biellesi” trascorreranno uno sette mesi all’Ecole polytechnique federale di Losanna e sei mesi all’Università di Helsinki, l’altro sei mesi all’Università di Losanna. A sua volta la Fondazione Tempia accoglierà due ricercatori, uno proveniente dalla Svizzera per un periodo di quattro mesi e l’altro dal Vlaams instituut per cinque mesi.

Nato per favorire la mobilità e lo scambio nella comunità scientifica europea, il programma privilegerà proprio il desiderio di spostarsi e vivere nuove esperienze: non aver risieduto né aver svolto la propria attività per più di 12 mesi nei tre anni precedenti, nel Paese dell’ente che ospita il dottorato, sarà una condizione necessaria per ottenere la borsa di studio. Alla Fondazione Tempia saranno quindi accolti ricercatori stranieri, mentre quelli italiani faranno esperienza in una delle altre sei sedi. «Ottenere un così importante finanziamento dalla Commissione Europea per la nostra Fondazione e il suo laboratorio di genomica rappresenta non solo un traguardo importantissimo, ma anche un prestigioso riconoscimento istituzionale della qualità del nostro lavoro» commenta Viola Erdini, presidente della Fondazione Tempia. “Siamo felici di poter contribuire agli sviluppi scientifici della medicina di genere nell’ambito della prevenzione oncologica, con partner europei così prestigiosi e diffondere, allo stesso tempo, l’immagine di Biella anche a livello internazionale per quanto riguarda la ricerca e la formazione scientifica».

Il programma CancerPrev utilizzerà i tumori alla mammella e della pelle come modelli per studiare lo sviluppo tumorale in organi con funzioni riproduttive e non. L’ipotesi di base è che perturbazioni della via di segnalazione degli ormoni sessuali e l’infiammazione giochino un ruolo chiave nella suscettibilità ai tumori e nella transizione da uno stato pre-maligno a uno maligno. Scoperte in questi ambiti possono essere sfruttate in ambito clinico per identificare nuovi biomarcatori o nuovi farmaci preventivi. Il programma finanzierà non solo le quindici borse di studio ma anche costi di ricerca e costi generali.

I progetti possono essere visionati sul sito www.cancerprev.org/overview dove è a disposizione anche il modulo per fare domanda, se si è un ricercatore italiano che aspira a fare un’esperienza all’estero. Il termine per presentare la richiesta scade il 15 dicembre.