La campagna di Novembre Azzurro per parlare di tumore alla prostata

Il Fondo Edo Tempia è il partner biellese di Novembre Azzurro, la campagna nazionale di Europa Uomo, l’associazione italiana che da oltre 15 anni è impegnata nel campo dell’informazione sul tumore alla prostata.

“Fai luce su di te” è il claim della campagna – patrocinata dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità – che punta a promuovere maggior consapevolezza della malattia nell’universo maschile, e a fornire strumenti per affrontarla. Il carcinoma prostatico è divenuto, nell’ultimo decennio, la neoplasia più frequente nella popolazione maschile nei Paesi occidentali, e rappresenta oltre il 20% di tutti i tumori diagnosticati a partire dai 50 anni di età. In Italia si stimano 458mila persone con pregressa diagnosi di carcinoma prostatico, circa il 30% dei maschi con tumore e oltre 14 milioni di uomini sono a rischio per fascia d’età, familiarità o altri fattori. Solo per il 2018 sono stimate circa 35mila nuove diagnosi, 100 nuovi casi al giorno. La diagnosi precoce porta il 95% dei pazienti asintomatici a scoprire il tumore alla prostata con 10 anni di anticipo, aumentando notevolmente la possibilità di sconfiggerlo e la prevenzione riduce del 20% il rischio di morte.

Fino al 2 dicembre la campagna coinvolgerà Lazio, Calabria, Campania, Piemonte e Lombardia con iniziative di sensibilizzazione e distribuzione di materiale informativo, oltre a tavole rotonde presiedute da esperti del settore. Anche il Fondo Edo Tempia sta preparando un calendario di iniziative in provincia, mirate all’informazione e alla prevenzione. Con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, saranno illuminate di azzurro cinque sculture capolavoro dell’arte italiana: fino al 4 novembre a Roma la statua del Discobolo nel Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo; a Reggio Calabria (5-11 novembre) i Bronzi di Riace del Museo Archeologico Nazionale; a Napoli (12- 18 novembre) l’Ercole Farnese del Museo Archeologico Nazionale; a Torino (19-25 novembre) l’Atleta dei Musei Reali e a Milano (26 novembre-2 dicembre) il Napoleone Bonaparte del Palazzo di Brera.

«Abbiamo deciso» sottolinea Maria Laura De Cristofaro, presidente di Europa Uomo «di parlare a tutti gli uomini attraverso il linguaggio dell’arte, scegliendo delle statue simbolo di virilità maschile. Il tumore alla prostata è una patologia che incide moltissimo sul vissuto, come il tumore al seno: ma se le donne sono più abituate ad occuparsi della propria salute e a parlare con i medici, gli uomini sono meno inclini alla prevenzione. La prostata non deve essere più un tabù e nell’uomo deve aumentare la consapevolezza che le buone abitudini sono alla base della conoscenza del proprio corpo. Con Novembre Azzurro, per la prima volta in Italia si organizza una campagna organica in cinque regioni, con particolare attenzione a quelle meridionali; il nostro obiettivo è di estenderla, entro il 2022, a tutto il Paese».