La musica fa bene. La musicoterapia e le sue applicazioni in oncologia

Francesca Crivelli invitata a raccontare l’esperienza della Fondazione Tempia in musicoterapia al convegno internazionale di Roma organizzato dall’Associazione Susan G. Komen Italia.

20160403_112911All’auditorium Parco della Musica di Roma si è svolto, dal 2 al 4 aprile, il convegno internazionale “La musicoterapia e le sue applicazioni in oncologia”, organizzato dall’Associazione Susan Komen Italia in collaborazione con il Polo per la Salute della Donna e del Bambino della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli,

L’evento ha rappresentato l’occasione per presentare al pubblico i benefici che la musicoterapia, come terapia complementare, può portare ai pazienti oncologici.
Grazie al supporto delle più importanti e accreditate associazioni di categoria come la Federazione Italiana Musicoterapisti (FEDIM), l’Associazione Italiana Professionisti della Musicoterapia (AIM), l’Associazione Italiana Registro Musicoterapisti (AIReM), la Federazione Italiana Musicoterapeuti (FIM) ed al contributo fornito da importanti musicoterapeuti di fama internazionale, il convegno ha offerto uno stato dell’arte di questa disciplina che sta già trovando applicazione in numerose strutture ospedaliere.

La dottoressa Francesca Crivelli (coordinatrice dei progetti di divulgazione scientifica e formazione) è stata invitata come relatrice per raccontare l’esperienza della Fondazione Tempia in musicoterapia: iniziata nel 2012 con l’organizzazione del primo convegno nazionale di Musicoterapia in Oncologia, all’organizzazione del primo biennio di specializzazione in Oncologia e Cure Palliative per Musicoterapisti, fino alla pubblicazione nel 2015 del libro “Musicoterapia in oncologia e nelle cure palliative. Prendersi cura dell’altro con uno sguardo sistemico-complesso”, passando attraverso sei anni di laboratori per i pazienti oncologici.

Schermata 2016-04-05 alle 15.44.27