Il Fondo Edo Tempia compie 35 anni

un festival del benessere per celebrare un importante anniversario, l’evento nasce anche dalla sinergia con Suoni di Parole,  la manifestazione biellese di successo dedicata all’amore per i libri e la musica giunta alla quarta edizione

locandina

Era il giugno 1981 quando Elvo Tempia diede vita al Fondo Edo Tempia. Sono passati 35 anni e questo importante anniversario sarà celebrato in due giornate dedicate al benessere, all’arte e alla musica che si concretizzano nella combinazione tra il primo Festival del benessere per “nutrire corpo e mente” e la quarta edizione di Suoni di Parole: la manifestazione biellese di successo dedicata all’amore per i libri e la musica giunta alla quarta edizione. In Suoni di Parole da sempre musica, libri e cultura si fondono all’insegna dell’integrazione, fil rouge della manifestazione, in un progetto ideato secondo i principi della sostenibilità e dell’attenzione nei confronti delle cose (luoghi, libri ecc.) e delle persone (pubblico, musicisti, editori, giornalisti, collaboratori ecc.). Suoni di parole incentiva infatti la diffusione della multiculturalità, fondendo varie espressioni artistiche e culturali e valorizzando i luoghi e i territori che le ospitano. Per questo motivo agli organizzatori è parso quasi naturale affiancarsi al primo Festival del Benessere voluto dal Fondo Edo Tempia. Suoni di Parole, poi, nel corso dell’estate proporrà un ulteriore programma di appuntamenti OFF.

Venerdì 10 e sabato 11 giugno, presso il giardino del Fondo Edo Tempia, verranno allestiti stand  e postazioni dedicati alle attività motorie, sportive e volte al benessere psico-fisico. Gli insegnanti del Fondo Edo Tempia daranno dimostrazione delle varie discipline a tutti gli interessati e sarà possibile effettuare lezioni di prova.

La manifestazione si aprirà venerdì 11 giugno alle ore 18 con il concerto di pianoforte di Emiliano Toso, biellese, biologo cellulare e molecolare, che studia e ricerca forme diverse di energia, e compone al pianoforte accordato a 432Hz che corrisponde alla frequenza dell’Universo. Ha creato il progetto Translational Music promosso da Bruce Lipton con cui collabora. Seguirà l’inaugurazione di tre mostre fotografiche: “L’altra faccia dell’anatomia patologica” a cura dell’associazione Ravi, “Playing words” di Federico Rusich e “Moving lights” di Riccardo Garufi. A seguire, aperitivo nel parco a cura della caffetteria Interno 21. Concluderà la serata il monologo “Pensavo fosse amore e invece avevi il gatto” di Giulio Valentini.

Nella mattinata di sabato si terrà un corso di cucina per la prevenzione dei tumori con Marta Foglio (chef di cucina naturale) e Adriana Paduos (medico senologo), in collaborazione con la caffetteria Interno 21. Il corso è a pagamento (28 euro, comprensivi del pranzo) e necessita della pre-iscrizione (015.351830).

Partiranno, in contemporanea, i laboratori di yoga e yoga per bambini, di nordic walking, Salute in movimento, Dolce benessere in movimento, pilates, tai chi e qi gong, consulenza dei progetti “Ginnastica è salute” e ginnastica in acqua. Riservato ai bambini sarà il laboratorio didattico “A passeggio nel giardino dei sogni”.

A partire dalle ore 14, negli ambulatori del Fondo, sarà possibile effettuare sedute di prova di Reiki e di riflessologia plantare. Il pomeriggio sarà allietato da un momento dedicato alla poesia con la  dottoressa Francesca Mosca, tre presentazioni letterarie (di Giovanna Ferraro, Elena Macchiorlatti, Barbara Catella, Luca Deantonis) e dalla performance acrobatica sull’albero di Sara Molon.

In serata l’orchestra Filarmonica di Cigliano coinvolgerà il pubblico presente con un concerto nel parco del Fondo: traendo ispirazione dalle grandi Big Band del passato si esibirà con un repertorio musicale che spazia dai generi swing, jazz, con alcune escursioni verso il latino-americano e i grandi classici della musica italiana.

Chiuderà la manifestazione il live painting di Stefano Giorgi.

Scarica il Programma