Programmi di Screening Regionali

Attività di screening mammografico, citologico e del colon retto in collaborazione con le Aziende sanitarie e la Regione Piemonte.

La Fondazione Edo ed Elvo Tempia collabora con le Aziende Sanitarie territoriali concorrendo alla realizzazione, allo sviluppo e al supporto degli screening oncologici della Regione Piemonte, nell’ambito del programma Prevenzione Serena, fin dalla sua istituzione a livello regionale (Programma Diritto Salute Donna dal 1995).

L’attuale modello organizzativo, che prevede l’utilizzo delle unità mobili all’interno dei programmi di screening citologico e mammografico, è stato sperimentato per la prima volta a livello nazionale a Biella, alla fine degli anni Ottanta, dal Fondo Edo Tempia (Progetto Mimosa) per migliorare l’efficacia degli screening in termini di adesione della popolazione invitabile.

Nel 1996 il Fondo Edo Tempia partecipa al progetto SCORE, in collaborazione con il CPO, progetto multicentrico italo-inglese per dimostrare l’utilità e l’efficacia dello screening per i tumori del colon-retto. Dopo lo SCORE, ha aderito al progetto regionale di screening del colon-retto istituito a seguito della revisione dei dati dello SCORE.

Il know how e l’espertise maturati in oltre vent’anni di attività di screening, sia sotto il profilo dell’organizzazione, della gestione e dell’esecuzione degli esami, sia sotto il profilo informativo e di sensibilizzazione verso la popolazione, hanno reso la Fondazione Edo ed Elvo Tempia uno dei principali centri di riferimento per gli screening a livello regionale.

Inoltre, ancora oggi, la Fondazione Tempia continua a sostenere e a promuovere importanti progetti sperimentali e innovativi di screening, come il Progetto Proteus Colon (colonscopia virtuale) e Proteus Donna (telediagnosi digitale distribuita e tomosintesi) in collaborazione con la Regione Piemonte e i più importanti centri di ricerca universitari e istituzionali.

tabella screening

*

ATTIVITA’

Nell’ambito dei tre programmi regionali di screening (mammografico, citologico e del colon-retto), la Fondazione Tempia opera con proprio personale medico, sanitario e amministrativo per le attività di valutazione, organizzazione e gestione dei programmi di screening (UVOS) e di esecuzione e lettura degli esami, in regime di convenzionamento con le Aziende Sanitarie territoriali, garantendo continuità e qualità alle prestazioni erogate alla popolazione sottoposta a screening.

La Fondazione Tempia utilizza unità ambulatoriali sia fisse che mobili (camper) dotate delle migliori attrezzature sanitarie per l’esecuzione di esami citologici (pap-test).

La Fondazione Tempia promuove campagne di sensibilizzazione a sostegno dei programmi di screening oncologici attraverso l’organizzazione di incontri e conferenze e la realizzazione di materiale informativo a carattere divulgativo.

 * screening mammografico:

  • tra i 45 e i 49 anni, il primo appuntamento avviene tramite adesione spontanea della paziente, telefonando al numero verde 800.00.51.41
  • tra i 50 e i 69 anni, il controllo è biennale e l’invito e l’appuntamento avvengono tramite lettera
  • tra i 70 e i 74 anni, controlli ogni due solo tramite l’adesione spontanea telefonando al numero verde 800.00.51.41

screening citologico:

  • tra i 25 e i 64 anni, controlli triennali, invito tramite lettera
  • tra i 65 e i 75 anni, controlli ogni 5 anni solo tramite l’adesione spontanea telefonando al numero verde 800.00.51.41

screening colon-retto:

Tutti gli uomini e le donne di 58 anni ricevono una lettera di invito con appuntamento prefissato, per sottoporsi gratuitamente alla sigmoidoscopia flessibile. Nella lettera è indicato dove recarsi per il ritiro del clistere per la preparazione intestinale (da fare due ore prima del test) per consentire l’esame endoscopico. Chi non aderisce al primo invito riceve una lettera di sollecito. L’invito ad effettuare la sigmoidoscopia rimane comunque aperto e una persona può sempre decidere di sottoporsi a questo esame anche in seguito, fino al compimento del 69mo anno di età, gratuitamente.

A tutte le persone di età compresa fra i 59 e i 69 anni che non hanno effettuato una sigmoidoscopia flessibile viene offerta la possibilità di effettuare il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci (FOBT). Il programma invia una lettera con l’invito e le istruzioni per ritirare il kit per l’esecuzione del test. L’intervallo tra un test e il successivo è di 2 anni.

 

Prenotazioni esami di screening al numero verde 800.00.51.41 (lunedì – venerdì dalle 9.00 alle 15.00)