Tabagismo

Ogni anno, secondo un’indagine ISTAT del 2012, la percentuale dei fumatori “scende di un punto e mezzo”. Nonostante questi dati incoraggianti, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il fumo di tabacco rappresenta tutt’oggi  la prima causa di malattia e di morte evitabile in Europa. Ogni anno, a causa del fumo, muoiono quasi 6 milioni di persone nel mondo, 650.000 in Europa e circa 80.000 in Italia. I fumatori in Italia sono ancora un numero consistente:10,8 milioni di persone, ovvero il 20,8% degli italiani, in prevalenza uomini (61%), soprattutto nella fascia di età 25-44 anni (il 29% circa); mentre i giovani tra i 15 e i 24 anni rappresentano un preoccupante 18% (indagine DOXA-Istituto Superiore Sanità 2012).

La campagna contro il tabagismo messa in atto dai Paesi occidentali è stata ed è talmente pervasiva che ormai la stragrande maggioranza dei fumatori è consapevole dei rischi legati a questa forma di dipendenza. Spesso “smettere di fumare” diventa un pensiero ricorrente e un traguardo desiderabile, ma non sempre a questo pensiero segue una radicata convinzione ad attuarlo.

Centro per il trattamento del tabagismo (CTT)

Da molti anni è attivo presso la Fondazione Edo ed Elvo Tempia un Centro per il Trattamento del Tabagismo (CTT) riconosciuto dalla Regione Piemonte.

Il Centro propone gratuitamente corsi psicoeducazionali rivolti a fumatori motivati a smettere e visite pneumologiche e otorino-laringoiatriche.

Durante il percorso psicoeducazionale di gruppo ogni singolo partecipante potrà trovare il supporto necessario ad affrontare un cambiamento così importante e radicale nel proprio stile di vita, quale lo smettere di fumare, confrontandosi con gli altri corsisti e con le conduttrici, due psicologhe esperte in tabagismo. Il corso, inoltre, offre al partecipante la possibilità di ricevere degli strumenti efficaci per gestire l’astinenza e i momenti critici. La metodologia  è di riduzione graduale del numero di sigarette fumate fino ad arrivare alla sospensione. Ad oggi sono circa 350 i fumatori che hanno usufruito del CTT della Fondazione Tempia.

La Fondazione offre due nuovi corsi ogni anno, in autunno e in primavera.

Per maggiori informazioni o per iscrizioni è possibile telefonare alla segreteria della Fondazione al numero 015-35.1830 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Programma Unplugged

Dal 2010 le due psicologhe della Fondazione Tempia e alcuni operatori del Sert dell’ASL BI hanno  costituito l’équipe di formatori locali di “Unplugged”, il primo programma scolastico, di provata efficacia, per la prevenzione all’uso di tabacco, alcol e droghe. Disegnato da un gruppo di ricercatori europei, il programma Unplugged è stato valutato attraverso uno studio sperimentale randomizzato e controllato condotto in 7 Paesi. Il programma è rivolto agli studenti di età compresa tra i 12 e i 14 anni e prevede 12 unità di un’ora ciascuna, condotte da insegnanti della classe opportunamente preparati. La metodologia è interattiva e si avvale di strumenti quali brainstorming, giochi, discussioni in piccolo o grande gruppo, role playing. Gli insegnanti svolgono un ruolo fondamentale al fine dell’efficacia e della diffusione di Unplugged e vengono formati con un corso di 20 ore. Il prossimo programma di formazione per gli insegnanti è previsto per i giorni 9-10-11 settembre 2015.

Gli insegnanti interessati possono telefonare alla segreteria della Fondazione al numero 015-35.1830 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.