Attività per il benessere psico corporeo

Da alcuni anni la Fondazione Edo ed Elvo Tempia organizza attività volte a favorire il benessere psico fisico (yoga, pilates e qi gong- taij quan, dolce benessere in movimento, ginnastica riabilitativa in acqua, Salute in movimento) coordinate dal Centro di Ascolto Psicologico della Fondazione Tempia.

Gli obiettivi  di queste attività sono quelli di favorire il  potenziamento all’ ascolto e l’attenzione ai ritmi fisiologici, alla respirazione e alla postura,rispettando e favorendo la libera espressione e contrastando i possibili blocchi energetici.  Ognuna di queste attività ha proprie peculiarità.

 YOGA

La pratica dello yoga rappresenta  un prezioso strumento nel periodo di recupero funzionale e di riequilibrio psico-fisico, in modo particolare quando la persona sta affrontando un’esperienza delicata quale può essere quella della malattia oncologica.
Il lavoro è graduale. Si inizia con movimenti lenti e progressivi di avvicinamento alle posizioni (asana) con l’obiettivo di sciogliere le articolazioni ed allungare e  fortificare la muscolatura.
Ampio spazio è dato all’ascolto del respiro attraverso l’apprendimento di una tecnica  (panayama) per favorire il passaggio da una respirazione frammentata e superficiale ad una più ampia e profonda, condizione essenziale per trovare serenità nei  momenti difficili.
Lavorando sul corpo e sull’apparato respiratorio, lo yoga risulta efficace per sviluppare uno stato emotivo più consapevole e meno disturbato dalle fluttuazioni che possono generare ansie e preoccupazioni.
In Italia ne è riconosciuta la sua importanza e viene praticata in importanti ospedali, quali il “Regina Elena” e il “Gallicano” di Roma.

PILATES

Gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale, rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena. Si tratta di esercizi molto semplici e di facile esecuzione, accompagnati da un lieve sottofondo musicale. Lo scopo di Joseph Pilates, fondatore di tale metodo, era quello di rendere consapevoli del proprio corpo e della propria mente le persone che praticavano tale ginnastica. I partecipanti, infatti, attraverso questa pratica hanno la possibilità di ascoltare e sentire i segnali inviati dal proprio corpo. Gli esercizi proposti servono ad allungare, tonificare e rinforzare i muscoli.

Si parte con una fase di riscaldamenro muscolare e mobilizzazione delle articolazioni che viene eseguita in piedi: successivamente gli esercizi si svolgono a terra.

Le lezioni sono molto facili da seguire, forniscono serenità e rilassamento al corpo ed alla mente, contribuendo a migliorare la  percezione relativa alla qualità di vita dei partecipanti. La particolarità di questa attività è rappresentata dal fatto che il lavoro è proposto su tre livelli di difficoltà: basso, intermedio ed avanzato, che ciascun partecipante potrà calibrare il base alle proprie condizioni fisiche.

QUI GONG E TAIJI QUAN

Il Qi Gong è l’insieme di pratiche atte a sviluppare l’energia interiore dell’uomo, soprattutto mediante il controllo della respirazione. L’origine del Qi Gong si perde nella preistoria della Cina e venne successivamente accolto, elaborato e perfezionato  dal Taoismo e dalle scuole ad esso ispirate o legate. Il Qi Gong si basa su esercizi ginnici, meditativi e di respirazione che l’allievo impara gradualmente. Lo scopo è l’acquisizione di forza fisica e mentale e la capacità di dirigere all’esterno l’energia vitale per fini terapeutici. In Occidente si sono realizzati  progetti specifici in numerosi  ospedali oncologici, in particolare all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e di Genova e all’Ospedale Luigi Sacco di Milano. In generale si sono rilevati miglioramenti nel controllo del dolore fisico, dello stato depressivo, dell’irritabilità e della stanchezza.

Il Taiji Quan, uno degli aspetti del Qi Gong, nasce come arte marziale “interna”, considerata anche meditazione in movimento o ginnastica terapeutica. Lo scopo del praticante di Taiji è trovare l’equilibrio tra l’energia interna e quella esterna. L’esecuzione dei movimenti è lenta e senza l’uso di forza. Il rilassamento, la respirazione e la postura corretta durante la concatenazione dei movimenti consentono lo svilupparsi di una forza interiore chiamata Jing che i maestri di Taiji  contrappongono alla forza muscolare.  In particolare, si acquisiscono: elasticità; equilibrio; coordinamento della respirazione; regolarizzazione delle funzioni degli organi interni. .

DOLCE BENESSERE IN MOVIMENTO 

Incontri volti ad approfondire il contatto tra corpo, intelletto e spirito, attraverso idroterapia, respirazione yamay, meditazione, campane tibetane, consapevolezza di sé e degli altri, massaggio (l’automassagio al viso offre benessere fisico e sorrisi).  Gli incontri si svolgono presso il Fondo Edo Tempia e il circolo I Faggi, che offre il centro benessere con vasca idromassaggio, piscina, bagno turco e sauna, immersi nel fruscio avvolgente dell’acqua.

I benefici sono molti: liberare la mente, ridurre la tensione muscolare, aumentare l’escursione articolare e migliorare la circolazione. L’obiettivo è cercare di recuperare il rapporto armonioso con il corpo attraverso piccoli semplici gesti di cura verso sé.

GINNASTICA RIABILITATIVA IN ACQUA

La riabilitazione motoria per le pazienti che hanno subito una operazione al seno rappresenta un importante momento rieducativo per un completo recupero funzionale e per la prevenzione di possibili complicanze, come il linfedema (o gonfiore del braccio).

SALUTE IN MOVIMENTO

Il progetto nasce dalla collaborazione fra Panathlon Club Biella e Fondo Edo Tempia, integrandosi nel programma «Insieme per vincere nella vita e nello sport», nato nel 1997 a firma di entrambe le Associazioni.

«Salute in movimento» definisce una proposta di espressione motoria di gruppo svolta attraverso la musica e il movimento ritmico, quale strumento di promozione della salute e miglioramento del benessere psicofisico generale. L’offerta è rivolta alle donne che hanno affrontato la difficile esperienza della malattia oncologica e a tutte le donne che condividono il piacere di muoversi, indipendentemente dalle proprie capacità e dall’età.

Per maggiori informazioni o iscrizioni  ai corsi telefonare alla segreteria della Fondazione Tempia – 015-35.18.30 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17.