Laboratorio di Oncologia Molecolare

Attività di diagnostica molecolare dei tumori per l’area del Piemonte Nord-Orientale. Analisi molecolari in campo oncologico in collaborazione con la S.C. di Anatomia Patologica dell’A.O.U. “Maggiore della Carità” di Novara e la S.C. di Anatomia Patologica dell‘A.O. Ordine Mauriziano di Torino.

LOM_collage

IDENTITA’ E STORIA

Vista l’esigenza di affiancare all’analisi istologica classica una caratterizzazione molecolare dei tumori a scopo diagnostico, prognostico e predittivo di risposta a terapia, la Fondazione Edo ed Elvo Tempia ha avviato nel gennaio 2011 un’attività di diagnostica molecolare in collaborazione con la S.C. di Anatomia Patologica dell’A.O.U. “Maggiore della Carità” di Novara, creando il Laboratorio di Oncologia Molecolare.

Nel corso dell’anno 2014 è stata stipulata una seconda convenzione con la S.C. di Anatomia Patologica dell”A.O. Ordine Mauriziano di Torino per l’analisi delle lesione tiroidee.

Le figure professionali che operano nel Laboratorio sono il biotecnologo medico, il biologo molecolare ed il tecnico di laboratorio biomedico.

MISSIONE

Il laboratorio nasce con l’intento di offrire supporto al Sistema Sanitario Nazionale nell’ambito della gestione del paziente oncologico, mediante l’esecuzione di analisi molecolari che permettono di evidenziare specifiche alterazioni del genoma presenti nei diversi tumori. In particolare, in ambito clinico vengono fornite indicazioni per ciò che concerne la prognosi e la scelta della terapia, mentre, in ambito anatomo-patologico si forniscono evidenze utili a formulare una diagnosi completa. Le analisi molecolari vengono eseguite su richiesta della struttura ospedaliera presso la quale il paziente é in cura o su richiesta del medico specialista. Al termine dell’analisi, viene emesso un referto molecolare contenente i risultati ottenuti, che perverrà al paziente attraverso la struttura ospedaliera richiedente.

PARAMETRI DI QUALITÀ

Al fine di garantire la qualità del lavoro svolto il Laboratorio aderisce periodicamente ai controlli di qualità nazionali proposti dalle società di riferimento: Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia Diagnostica (SIAPEC) e Associazione Italiana Oncologia Medica (AIOM).

Certificazioni ottenute: analisi mutazionale del gene BRAF nel melanoma (2012), analisi mutazionale del gene KRAS (2012) e RAS-test nel carcinoma colorettale (2014).

Un altro parametro fondamentale per la valutazione dei centri di diagnostica molecolare é la celerità nell’esecuzione degli esami. Per questo motivo il nostro laboratorio garantisce un tempo di refertazione medio di 5 giorni lavorativi, rispettando ampiamente i tempi previsti per legge.

STRUMENTAZIONI E ANALISI

L’identificazione delle alterazioni genetiche viene eseguita mediante l’utilizzo del sequenziatore automatico a tecnologia fluorescente multicolore Applied Biosystems™ 3500 Dx Series Genetic Analyzer, l’unico modello certificato per la diagnostica in vitro.

E’ stata preferita l’analisi di sequenza automatizzata delle regioni geniche interessate da mutazioni, una strategia analitica che rappresenta la tecnologia considerata attualmente più affidabile (gold standard), tralasciando metodiche di screening certamente più rapide, ma controverse. L’utilizzo del sequenziatore, inoltre, permette di identificare anche nuove mutazioni o mutazioni rare ma pur sempre con valore prognostico.

LE PATOLOGIE OGGETTO DI ESAME

  • Melanoma
    • analisi mutazionale dei geni: BRAF, NRAS, cKIT e HRAS
  • Carcinoma della Tiroide
    • analisi mutazionale del gene BRAF
    • analisi delle traslocazioni: PAX8/PPARg e RET/PTC
  • Carcinoma del Colon-retto
    • analisi mutazionale dei geni: KRAS, NRAS e BRAF
    • analisi di instabilità microsatellitare
  • GIST e Sarcoma
    • analisi mutazionale dei geni: cKIT, PDGFRA e PDGFRB
    • Le metodiche offerte sono in continua espansione con l’obiettivo di garantire sempre il miglior servizio possibile.
  • Carcinoma del Polmone
    • analisi mutazione del gene BRAF

Lo staff del Laboratorio, impegnato anche sul fronte della ricerca, é in grado di allestire rapidamente nuove analisi che emergono dai dati di letteratura scientifica, oltre che offrire analisi molecolari utili per l’inserimento dei pazienti in trial clinici.

Le metodiche offerte sono in continua espansione con l’obiettivo di garantire sempre il miglior servizio possibile.

Attualmente, le analisi mutazionali in fase di implementazione sono quelle per i geni PIK3CA, ERBB2 e ERBB4, che potrebbero rappresentare alcuni dei futuri markers in oncologia.

Contatti

Responsabile Laboratorio:
Dr.ssa Maria Scatolini
maria.scatolini@fondazionetempia.org
tel. 015 15153143
fax 015 21116