Lasciti testamentari e donazioni

simona editorialeIl Fondo Edo Tempia da oltre trent’anni realizza progetti sul territorio per la prevenzione, la diagnosi precoce, la cura dei tumori e la ricerca diventando un polo oncologico no profit riconosciuto in tutta Italia.

Tutto questo è stato possibile perché tante persone, con grande sensibilità e generosità, lo hanno sempre sostenuto.

Il lascito testamentario é una delle forme di sostegno che hanno dimostrato negli anni come il Fondo sia radicato nel cuore dei cittadini, che sanno di poter contare su una gestione corretta e trasparente dei bene lasciati, dedicata esclusivamente al raggiungimento di obiettivi concreti nella lotta contro i tumori, come prevede la nostra mission.

Scegliere di fare un testamento o una donazione a favore del Fondo Edo Tempia e delle Fondazione Edo ed Elvo Tempia non è solo un atto generoso, ma una scelta etica perché può influire positivamente sulla vita degli altri, e lungimirante perché può contribuire a scrivere la storia di un futuro senza cancro.”Simona Signature firma Tempia

 

PER LASCITI TESTAMENTARI AL FONDO EDO TEMPIA E ALLA FONDAZIONE EDO ED ELVO TEMPIA:

Un testamento può essere scritto di proprio pugno(testamento olografo) oppure può essere redatto affidandosi ad un notaio (testamento pubblico)


 Testamento Olografo

Il testamento olografo (scritto interamente di proprio pugno) deve contenere tutti i dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza) e deve essere firmato e datato (giorno, mese e anno). Non deve essere necessariamente depositato presso un notaio, ma è consigliabile, per evitare smarrimenti o malintesi, stendere tre copie e depositarne una presso un notaio di fiducia.
Informazioni importanti:
Nella successione testamentaria vengono sempre fatti salvi i diritti legittimari: ad esempio figli, coniuge o ascendenti hanno diritto per legge ad una quota del patrimonio.
Il testamento può essere sempre modificato o revocato. Nel redigere un nuovo testamento è opportuno dichiarare sempre che si revocano i/il testamenti/o precedenti/e (es: “….. il presente sostituisce ed annulla i precedenti……”).

Testamento pubblico

Se si intende fare un testamento pubblico, é obbligatorio rivolgersi ad un notaio. Il testatore, cioè colui che intende “fare un testamento”, in presenza di due testimoni, dichiara al notaio la sua volontà, la quale viene scritta a cura dello stesso. sarà poi il notaio a conservare il testamento nei propri atti.

Consulenza gratuita

Per qualsiasi informazione relativa alla stesura di testamenti, sia olografi sia pubblici, o a donazioni immobiliari, rivolgersi a:
Segreteria della Fondazione Edo ed Elvo Tempia
Biella Via Malta 3 (015. 351830)

Tutti i lasciti testamentari e le donazioni in favore del Fondo Edo Tempia e della Fondazione Edo ed Elvo Tempia sono esenti da ogni imposta.

Logo_IID