Con la Fondazione Veronesi per “spegnere l’ultima”
No Smoking Be Happy

photo michele burgay produzionivideoHD www.delta9.it - 06

Grazie al contributo della Fondazione CRT (progetto Diderot) e della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella,  presso la Fondazione Tempia è stata inaugurata ieri la mostra laboratorio interattivo e multimediale “No Smoking Be Happy”, un percorso educativo – ideato dalla Fondazione Veronesi, con la collaborazione di un comitato di medici specialisti – che attraverso video exhibit e pannelli illustrativi, permette ai ragazzi di identificare i danni fisici e psicologici provocati dal fumo di sigaretta al corpo umano.

La mostra laboratorio multimediale No smoking be happyalla terza edizione, sarà visitabile dai ragazzi delle scuole e dal pubblico; il percorso laboratoriale che nelle precedenti edizioni ha coinvolto più di 5.000 studenti è finalizzato a educare e sensibilizzare sui danni che il fumo, attivo e passivo, provoca al corpo umano.

I visitatori interagendo con installazioni multimediali e tridimensionali, apprenderanno le conseguenze del tabagismo sulle singole parti del corpo umano, dalla mente, per capire i motivi della dipendenza, ai danni da fumo passivo. Inoltre potranno conoscere ciò che vi è dietro alla produzione di una sigaretta, grazie ad un reportage dedicato alla lavorazione del tabacco.

La visita della mostra è a cura degli animatori scientifici della fondazione Veronesi e delle psicologhe del Centro Antifumo della Fondazione Tempia che si dedicheranno agli adolescenti e fumatori orientandoli verso un percorso di disassuefazione.

La mostra sarà aperta al pubblico sabato 18 e domenica 19 aprile dalle 10 alle 18